Adriatic LNG, online il primo Annual Environmental, Social and Governance Review Report


Nell’Adriatico, a circa 15 km da Porto Viro (RO), Il terminale Adriatic LNG è la prima struttura offshore al mondo in cemento armato per la ricezione, lo stoccaggio e la rigassificazione del gas naturale liquefatto (GNL), nel pieno rispetto dell’ambiente. Garantendo all’Italia rifornimenti di GNL principalmente dal Qatar ma anche dall’Egitto, da Trinide Tobago, dalla Guinea Equatoriale e dalla Norvegia, il terminale ALNG ha segnato l’inizio di una nuova fase per il sistema di approvvigionamento energetico nazionale. Appoggiato sul fondo marino a una profondità di circa 29 metri, è una piattaforma lunga complessivamente 375 metri e larga 115. Il ponte principale è a 18 metri sopra il livello del mare. 

Novantanove dipendenti di cui un terzo veneti, 100% contratti a tempo indeterminato, zero infortuni occorsi negli ultimi due anni, 1.160 attività di controllo su attività di manutenzione nei siti operativi, 125.000 euro per progetti di responsabilità sociale d’impresa con coinvolgimento di 19 associazioni e iniziative sostenute sul territorio (dati 2022): questi sono i dati più rilevanti del primo Annual Environmental, Social and Governance Review Report di Adriatic LNG.

Dal 2022 Adriatic LNG ha avviato un percorso per rafforzare e integrare la sostenibilità nel proprio modello di business, coinvolgendo gli stakeholder interni ed esterni. Ha, inoltre, esplicitato i propri target prioritari di sostenibilità che rappresentano un impegno concreto per il raggiungimento di 9 dei 17 obiettivi dell’Agenda ONU 2030 (“SDGs”). Come operatori del principale rigassificatore italiano di gas naturale liquefatto, Adriatic LNG contribuisce ad accompagnare il Paese verso una transizione energetica sostenibile per imprese e famiglie, garantendo ai propri clienti un’infrastruttura sicura, affidabile e competitiva.

L’ESG Review Report è una prima tappa di un percorso verso la sostenibilità, che rientra nei valori di Adriatic LNG: “Al centro della nostra strategia c’è la volontà di contribuire a costruire una società più equa e inclusiva, proteggendo l’ambiente in cui viviamo” – commenta Alfredo Balena, direttore delle Relazioni Esterne di Adriatic LNG. A testimonianza del proprio impegno rivolto alla sostenibilità, Adriatic LNG ha rinnovato il logo aziendale, introducendo il colore verde che evoca le caratteristiche di compatibilità ambientale del gas naturale oltre a sottolineare il modo di operare dell’azienda con responsabilità e rispetto per l’ecosistema circostante. Adriatic LNG ha reso esplicito, tra i pilastri della mission aziendale (“Be safe and reliable while protecting the environment and maximizing value for all stakeholders”), la sostenibilità come approccio fondamentale per affrontare le sfide globali attuali e future, non solo quelle legate all’ambiente.

“Essere un terminale di GNL d’eccellenza, per fornire energia all’Italia e all’Europa è la nostra Vision che ispira tutte le persone di Adriatic LNG e in questi anni abbiamo dato risposte concrete all’esigenza di ampliamento delle fonti di approvvigionamento energetico del Paese. Per quanto riguarda il rapporto con il territorio, per la Provincia di Rovigo e il Veneto, Adriatic LNG ha creato continue opportunità di sviluppo economico ed occupazionale, avendo cura di mantenere un dialogo costante e costruttivo con le comunità locali” – ha dichiarato Alfredo Balena.

Tra le recenti iniziative in favore della salvaguardia ambientale e la riduzione delle emissioni, Adriatic LNG ha aderito al protocollo Oil and Gas Methane Partnership (OGMP 2.0), il principale programma di reporting e mitigazione del settore oil&gas all’interno dello United Nations Environment Programme (“UNEP”). Si tratta di un’iniziativa volontaria delle Nazioni Unite che punta ad aiutare le aziende a migliorare la qualità e l’accuratezza della rendicontazione delle emissioni di metano, necessaria per una mitigazione mirata. Adriatic LNG, aderendo ad OGMP 2.0, implementerà un piano d’azione in linea con i criteri stabiliti dal Protocollo.

L’impegno di Adriatic LNG è quello di proseguire il percorso di sostenibilità integrandolo sempre di più all’interno del proprio modello di business, continuando a rendicontare i progressi compiuti e a condividerli. “Continueremo a lavorare con responsabilità, trasparenza e dedizione – insieme ai nostri stakeholder – per coniugare l’innovazione tecnologica e l’eccellenza operativa, la sicurezza e l’integrità, il rispetto per l’ambiente e il dialogo con le comunità. Nel perseguire questi obiettivi continueremo a puntare sulla valorizzazione del nostro capitale umano che rappresenta il valore aggiunto dell’azienda.” – ha concluso Balena.

Report scaricabile su www.adriaticlng.it/wps/wcm/connect/e460d0f3-0049-4cae-b6e1-f85ad521b062/ALNG_ESG_ReportReview_2022_IT.pdf?MOD=AJPERES&CONVERT_TO=url&CACHEID=ROOTWORKSPACE-e460d0f3-0049-4cae-b6e1-f85ad521b062-oNoAsRg

image_printStampa PDF