L’analisi – “Nel 2024 prevista la consegna di 478 navi portacontainer con una capacità di 3,1 milioni di TEU, battendo il record del 2023 del 41%”


“Nel 2024 è prevista la consegna di 478 navi portacontainer con una capacità di 3,1 milioni di TEU, battendo il record del 2023 del 41%. La capacità della flotta di container aumenterà del 10% nel 2024”. Si prevede che il riciclaggio delle navi aumenterà nel 2024, ma la flotta potrebbe ancora crescere di quasi 2,8 milioni di TEU ed entro la fine del 2024 superare i 30 milioni di TEU per la prima volta nella storia. Il capo analista marittimo di BIMCO, Niels Rasmussen, esamina la consegna di nuove navi portacontainer che potrebbero, ancora una volta, vedere le dimensioni della flotta portacontainer raggiungere un nuovo livello record nel 2024.

“Nel 2023, i cantieri navali hanno consegnato 350 nuove navi portacontainer con una capacità totale di 2,2 milioni di TEU, battendo il precedente record del 2015, quando furono consegnate 1,7 milioni di TEU. È probabile che il record del 2023 venga battuto già nel 2024”, afferma Niels Rasmussen, capo analista delle spedizioni presso BIMCO.

Poiché nel 2023 si è registrato un livello relativamente basso di riciclaggio delle navi portacontainer, le nuove navi che entrano nella flotta hanno causato un aumento dell’8% della capacità della flotta portacontainer, la crescita più rapida registrata dal 2011. Le navi più grandi di 15.000 TEU hanno continuato a dominare le consegne e il segmento è cresciuto Il 28% dopo la consegna di 1,3 milioni di TEU nel 2023.

Si prevede che altre 83 navi di stazza superiore a 15.000 TEU verranno consegnate nel 2024, aggiungendo 1,4 milioni di TEU alla capacità del segmento e raddoppiandone la capacità in soli quattro anni. I cantieri navali cinesi hanno beneficiato maggiormente degli ordini record, consegnando quasi il 55% di tutta la capacità navale da consegnare nel 2023 e 2024 e consolidando la Cina come luogo principale per la costruzione di navi portacontainer. Si prevede che i cantieri sudcoreani forniranno il 38% della capacità navale. Una volta consegnate tutte le navi, la capacità della flotta container sarà aumentata del 10%. Tuttavia, si prevede che i traffici di container cresceranno significativamente più lentamente. Prevediamo che l’aumento dei volumi dei container aumenterà la domanda di capacità navale del 3-4% nel 2024.

Nel frattempo, la velocità di navigazione media delle navi portacontainer si è ridotta da 14,3 nodi nel 2022 a 13,9 nodi nel 2023 e potrebbe diminuire ulteriormente nel 2024. Ciò riduce l’efficienza della flotta e potrebbe essere necessario impiegare il 3-4% di capacità aggiuntiva per garantire che l’aumento di volume del 2024 possa essere accolto.

“Lo squilibrio tra domanda e offerta è destinato ad ampliarsi nel 2024. Tuttavia, un’interruzione prolungata nel Mar Rosso, costringendo le navi a salpare attraverso il Capo di Buona Speranza, potrebbe restringere l’equilibrio tra domanda e offerta. Nel frattempo è prevista la consegna di altri 3 milioni di TEU nel periodo 2025-2026 e, a meno che il riciclaggio non aumenti in modo significativo, lo squilibrio del mercato sembra destinato a ritornare una volta risolta la situazione del Mar Rosso”, afferma Rasmussen.

image_printStampa PDF