Federazione del Mare, completato il puzzle: Vice-Presidenti Anton Francesco Albertoni (Confindustria Nautica), Luigi Giannini (Federpesca) e Claudio Graziano (Assonave)


A Roma il nuovo Consiglio della Federazione del Mare, dopo aver proceduto alla ratifica della decisione dell’Assemblea del 28 novembre che all’unanimità aveva nominato Mario Mattioli presidente per il prossimo triennio, ha proceduto alla nomina dei tre Vicepresidenti, del Segretario Generale, dei Vicesegretari Generali e dei Presidenti dei Comitati, in carica dal 1° gennaio 2024.

Confermati Vice-Presidenti: Anton Francesco Albertoni, (CONFINDUSTRIA NAUTICA), Luigi Giannini (FEDERPESCA) e Claudio Graziano (ASSONAVE).

Laurence Martin, capo del servizio Relazioni internazionali di Confitarma, è stata confermata nel ruolo di Segretario generale della Federazione.

Nominati Vice-Segretari generali: Giorgio Berlingieri (AIDIM), Alessandro Ferrari (ASSITERMINAL) e Lorenzo Paolizzi (ANGOPI).

Il Consiglio ha anche deciso la costituzione dei Comitati sui seguenti temi e dei relativi Presidenti:
· Transizione energetica e Decarbonizzazione: Presidente Gianni Murano (UNEM);
· Semplificazione: Presidente Alessandro Santi (FEDERAGENTI);
· Geopolitica: Presidente Claudio Graziano (ASSONAVE);
·  Capitale umano: Presidente Eugenio Massolo (Accademia Marina Mercantile);
· Inclusione, Diversità, Parità di genere: Presidente Mario Mattioli (CONFITARMA)

Nel corso della riunione, il Consiglio ha deliberato l’adesione di FEDERCHIMICA-ASSOGASLIQUIDI, l’Associazione nazionale che rappresenta le aziende che distribuiscono GPL (gas di petrolio liquefatto) e GNL (gas naturale liquefatto).

“Come ho sempre detto, è importante un’azione congiunta e solidale di tutti gli attori della filiera della blue economy – ha affermato Mario Mattioli – Per questo sono particolarmente lieto di poter annoverare da oggi Federchimica-Assogasliquidi nella Federazione del mare auspicando un ulteriore ampliamento della nostra compagine associativa per una rappresentanza sempre più efficace di tutto il cluster marittimo italiano a fianco delle Istituzioni competenti”.

image_printStampa PDF