Venezia, l’Organizzazione mondiale delle Dogane pronta alla proposta di riforma a Bruxelles


Esce rafforzata e compatta l’Organizzazione mondiale delle Dogane che, l’89esimo summit mondiale appena concluso a Venezia, con tre giorni di confronto con 30 delegati provenienti da 30 Paesi, ha deciso di rafforzare il suo impegno per rendere più sicure e omogenee le procedure doganali allo scopo di difendere gli interessi economici di ogni Paese membro. Durante la tre giorni, inoltre, si è dibattuto in modo dettagliato della riforma della governance dell’Omd, Grazie alla sintesi delle posizioni espresse a Venezia da parte delle delegazioni dei Paesi partecipanti, infatti, si arriverà alla proposta di riforma dell’Organizzazione mondiale delle dogane che verrà discussa, a giugno, a Bruxelles.

Solo un sistema doganale efficiente e condiviso può essere in grado di proteggere gli scambi internazionali dai traffici illeciti e dalle frodi favorite, tra l’altro, dalla crescita esponenziale dell’e-commerce” ha dichiarato il direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Roberto Alesse, che con la Direzione Affari internazionali dell’Adm ha organizzato l’evento.

Photo credits: Comune di Venezia

image_printStampa PDF