Porto Marghera, bando da 190 mln per il nuovo terminal container nell’ex area Montesyndial


Online allegato al bando di gara pubblicato dall’Autorità di sistema portuale del porto di Venezia per la “Realizzazione della piattaforma d’altura al Porto di Venezia – Terminal Container” Montesyndial””, primo stralcio dell’intervento che prevede il banchinamento sul tutto il fronte a mare (1627 metri) e comprenderà l’arretramento di 35 metri lungo i circa 1600 metri di sponda del canale industriale ovest e la realizzazione di una banchina operativa di circa 1400 metri. Al termine dei lavori, il canale avrà un’ampiezza di 190 metri; il primo lotto dei lavori sarà completato entro il 2026.

Il bando ammonta a 190 milioni di euro, di cui 106 milioni per l’intervento principale e 70 milioni per l’opzione relativa all’asporto dei sedimenti. I lavori si svilupperanno su una superficie di circa 8,5 ettari, relativo appunto all’area di banchina, del piazzale retrostante entro i primi 50 metri circa dal nuovo filo banchina e lo scavo antistante per l’allargamento del Canale Industriale Ovest fino a quota di progetto (-12.50 m slmm).

Il nuovo terminal avrà una capacità potenziale di oltre 1 milione di Teu/anno grazie al progetto di riconversione produttiva del compendio di Montesyndial, un’area di oltre 90 ettari dismessa, acquistata nel 2010 dall’Autorità Portuale, primo passo verso la realizzazione dell’”Accordo di programma per la riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi industriale complessa di Porto Marghera”.

La documentazione tecnica PROGETTO ESECUTIVO è scaricabile al seguente link: https://drive.port.venice.it/d/s/w8b1KJQSpsxWTbj6viuYTnb08K5x0HcR/M6XsKOEb[1]See0DpzS_1jRN2XllnChVSMM-3bZg9vEV7Ao

L’offerta e la documentazione devono essere redatte e trasmesse esclusivamente in formato elettronico, attraverso la piattaforma elettronica denominata SINTEL all’indirizzo internet https://www.ariaspa.it/wps/portal/site/aria entro e non oltre il termine ultimo per la presentazione delle offerte, fissato per le ore 17:00 del giorno 11 dicembre 2023, pena l’irricevibilità dell’offerta e comunque la non ammissione alla procedura.

image_printStampa PDF