Eolico offshore, altre due unità ibride progettate e costruite da Vard. Prima consegna nel 2025


Vard, fra le prime società al mondo nella realizzazione di navi speciali e parte del gruppo Fincantieri, e il consorzio Windward Offshore, hanno firmato un contratto per la progettazione e la costruzione di due Commissioning Service Operation Vessel (CSOV) ibridi. Il contratto prevede anche l’opzione per due navi addizionali. La prima consegna è programmata nel secondo trimestre del 2025. Si tratta di piattaforme estremamente versatili che svolgeranno operazioni di supporto ai parchi eolici offshore, con un focus sulla logistica a bordo e la sicurezza.

Le unità, lunghe 87,5 metri e larghe 19,5, sono predisposte per operare con il metanolo verde e sono dotate di un sistema a batterie ibrido. La prima nave sarà costruita in Romania, con allestimento e consegna in Norvegia.  La seconda sarà interamente realizzata presso il cantiere di Vung Tau, in Vietnam. Potranno ospitare 120 persone a bordo.

“Questo nuovo ordine è un’ulteriore conferma dell’expertise maturata da Vard nel mercato Csov e rafforza il ruolo dell’eolico offshore come terzo pilastro fondamentale del nostro business. Fincantieri può dare un grande contributo a una tecnologia in cui tutto il mondo sta investendo” ha dichiarato Pierroberto Folgiero, Amministratore delegato e direttore generale di Fincantieri.

Windward Offshore è un consorzio guidato da SeaRenergy Group, il ramo dedicato ai servizi di eolico offshore del gruppo ASSC. Quest’ultima è una società con più di 180 anni di storia che si occupa principalmente di navi destinate al trasporto merci. Del consorzio fanno parte anche Holding GmbH, Blue Star Group GmbH & Cie. KG, Diana Shipping Inc. e SeraVerse GmbH.

image_printStampa PDF