L’Intervista – Gianni Rotondo, General Manager EMEA Royal Caribbean


Icon of the Seas, la nave di classe Oasis della compagnia di crociere Royal Caribbean International con sede a Miami, che controlla un quarto del mercato globale delle crociere, sarà consegnata a dicembre 2023, con entrata in servizio prevista per gennaio 2024.

Ne parliamo con Gianni Rotondo, General Manager EMEA Royal Caribbean

La nave, costata oltre 2 miliardi di dollari, è la più tecnologica della flotta, la prima alimentata a gas naturale liquefatto (GNL), larga 35 piedi e lunga 1.138 piedi.
Il mix di combustibili marittimi cambierà radicalmente: la transizione in corso verso le energie rinnovabili non è solo uno spostamento da un insieme di combustibili a un altro, ma comporta una trasformazione molto più profonda dei sistemi energetici.

Quali novità presenta dal punto di vista tecnologico?

«Icon of the Seas è il culmine dell’innovazione, della passione e della competenza di Royal Caribbean e un passo avanti nel nostro viaggio verso  le zero emissioni. Quando salperà nel 2024, Icon sarà la nostra nave più sostenibile fino ad oggi e sarà la prima nave del marchio alimentata a GNL. Icon introduce un sistema di gestione dei rifiuti unico nel suo genere che converte i rifiuti in energia a bordo. Questo nuovo sistema ci consente di riutilizzare completamente i nostri rifiuti per ridurre il consumo di energia.
Icon sta inoltre introducendo una tecnologia intelligente per risparmiare energia e migliorare l’esperienza degli ospiti. Un esempio è che le cabine della nave sono dotate della modalità “eco” che si attiva quando un ospite sbarca sulla passerella e si spegne al ritorno, garantendo che la temperatura della cabina sia ottimale al ritorno».

L’azienda tecnologica tedesca Freudenberg e-Power Systems, la società di costruzioni navali tedesca Meyer Werft e il gruppo crocieristico americano Royal Caribbean hanno annunciato, lo scorso marzo, lo sviluppo di un sistema di celle a combustibile innovativo, anche in termini di dimensioni, pensato per il settore marittimo. Un progetto pluriennale la cui prima applicazione prevista è l’alimentazione elettrica delle navi da crociera della classe “Nova” di cui sarà equipaggiata la compagnia Silversea Cruises del gruppo statunitense. Con il nuovo sistema di celle a combustibile si prevede di generare energia a bordo sufficiente a coprire l’intero fabbisogno delle attività alberghiere della nave e ad alimentare l’intera nave quando ferma in un porto.

Sarà questo il futuro del turismo crocieristico?

«In tutta la nostra attività stiamo dando vita a tecnologie all’avanguardia per accelerare l’innovazione e portare avanti il ​​nostro impegno nella progettazione di navi sempre più sostenibili. L’attuazione di questo complesso progetto rappresenta un’evoluzione del modo in cui l’energia viene generata e distribuita a bordo, aprendo la strada a un futuro più innovativo e sostenibile. Collaborando con i nostri partner, produttori e ingegneri per adattare i sistemi di celle a combustibile alle nostre navi, prevediamo di essere in grado di integrare l’alimentazione elettrica delle nostre navi e ridurre il nostro impatto ambientale.
L’applicazione dei sistemi di celle a combustibile sulle navi da crociera è ancora inesplorata. Siamo entusiasti di essere tra i primi a integrare questa tecnologia innovativa sulle nostre navi, aprendo la strada verso un futuro della crociera più sostenibile.
Per offrire vacanze che sostengano il nostro pianeta e i nostri vibranti oceani ed ecosistemi, stiamo esplorando e testando soluzioni come celle a combustibile e fonti di energia alternative per ridurre le nostre emissioni e far avanzare il nostro viaggio verso la crociera a zero emissioni nette».

Nel primo trimestre del 2023 il gruppo crocieristico americano Royal Caribbean Cruises ha registrato ricavi per 2,88 miliardi di dollari, con un incremento del +172,4% sullo stesso periodo del 2022 e costituisce il nuovo record storico per questo periodo dell’anno essendo superiore al precedente picco di 2,44 miliardi segnato nel primo trimestre del 2019 e inferiore solo al record storico assoluto di 3,19 miliardi raggiunto nel terzo trimestre del 2019 e dei 2,99 miliardi totalizzati nel terzo trimestre del 2022.

Quali sono le previsioni di chiusura per il 2023?

«Il 2022 è stato un anno fondamentale poiché abbiamo riportato con successo la nostra attività alla piena operatività e offerto esperienze di vacanza memorabili a 6 milioni di ospiti e il 2023 si sta rivelando ancora migliore. La domanda di crociere e il nostro marchio sono eccezionalmente forti e abbiamo assistito a un altro cambiamento radicale nei volumi di prenotazione e nei prezzi. Abbiamo notato una grande forza per i nostri itinerari europei così come la continua popolarità dei Caraibi. Siamo fiduciosi che concluderemo il 2023 in una posizione forte mentre guardiamo avanti alla nostra stagione europea 2024».

Il mercato delle crociere torna a crescere: 61 nuove navi entreranno in servizio entro il 2028 secondo l’ultimo report di Cruise Industry News.

Come è cambiato il mondo delle crociere, se è cambiato, dopo la pandemia?
Quali sono le prossime sfide?

«La pandemia ha fatto sì che molti consumatori perdessero l’opportunità di creare queste esperienze durature con i propri cari. I budget sono decisamente più ristretti, ma la maggior parte dei consumatori continua a dare priorità ai viaggi e alle vacanze, soprattutto a quelle che riuniscono la famiglia allargata o gli amici per creare ricordi importantissimi.
La crociera sta diventando sempre più mainstream, probabilmente a causa della maggiore visibilità della crociera attraverso i social media, dell’ampia gamma di esperienze a bordo tra cui gli ospiti possono scegliere e dell’aumento degli ospiti che scelgono vacanze multigenerazionali. L’ambiente in cui vendiamo, navighiamo e andiamo in vacanza è in continua evoluzione, quindi rimanere adattabili alle mutevoli richieste è fondamentale»..

Che consigli daresti ad un giovane che sente il mare come la sua vocazione?

«Negli ultimi anni, la crociera è diventata sempre più popolare e continuiamo a vedere sempre più ospiti nuovi al marchio e nuovi in ​​crociera navigare con noi. L’offerta di prodotti a disposizione degli ospiti è più ampia che mai, consentendo loro di scegliere la nave, il marchio e l’itinerario che meglio si adatta alle loro esigenze.
Sono diversi gli argomenti che il settore delle crociere deve gestire attivamente: dalla sostenibilità, alla gestione delle destinazioni, all’aumento dei costi della catena di fornitura e altro ancora. Tutto questo sarà un viaggio continuo e richiederà che l’industria lavori insieme per affrontare queste e tutte le sfide future che si presenteranno.
Per coloro che desiderano esplorare una carriera nel settore delle crociere, consiglierei di fare le tue ricerche. Esiste una vasta gamma di opportunità di carriera da avere in mare, quindi è importante identificare in primo luogo quali sono le tue competenze e i tuoi interessi».

image_printStampa PDF