Amianto e Risarcimento ai Marittimi, il 21 ottobre convegno a Torre del Greco


Si svolgerà sabato 21 ottobre a Torre del Greco (NA), il convegno su ’Amianto e Risarcimento ai marittimi, organizzato dall’Associazione Famiglie Esposti Amianto Odv-Ets, dal Collegio Nazionale Capitani L.C. e M. con la delegazione Collegio Capitani di Torre del Greco.

“L’obiettivo del convegno è informare i marittimi imbarcati sulle navi della Marina Militare e Mercantile gli effetti da patologie absesto correlate, circa le tutele attivabili anche in favore delle loro famiglie. Diritti e tutele talvolta non conosciuti. Nel convegno verranno spiegate quali sono le patologie conseguenti all’esposizione da amianto, che insorgono anche dopo 40-50 anni, con avvocati ed esperti presenti in sala per rispondere alle domande” si legge nel post del Capitano Ciro D’Alesio sui Social.

L’Associazione Famiglie Esposti Amianto ODV-ETS è un’Organizzazione di Volontariato senza scopo di lucro, fondata nel 2010 con lo scopo di difendere e tutelare i diritti degli Esposti all’amianto e i diritti delle Famiglie dei Deceduti a causa dell’amianto. Con questi obbiettivi l’A.F.E.A. dialoga con le Istituzioni a tutti i livelli e si prodiga, con ogni mezzo consentito, al fine di ottenere i riconoscimenti previsti dalla legge per tutti i danneggiati a causa della loro esposizione al minerale cancerogeno. In circa dodici anni di attività A.F.E.A. ha ottenuto risarcimenti per un ammontare di circa sette milioni di euro.

AMIANTO, gli effetti sulla salute

La presenza delle fibre di amianto nell’ambiente comporta inevitabilmente dei danni a carico della salute, anche in presenza di pochi elementi fibrosi. E’ un agente cancerogeno. Particolarmente nocivo per la salute è il fibrocemento (meglio conosciuto come “eternit”), una mistura di amianto e cemento particolarmente friabile e quindi soggetta a danneggiamento o frantumazione.

I rischi maggiori sono legati alla presenza delle fibre nell’aria. Una volta inalate, le fibre si possono depositare all’interno delle vie aeree e sulle cellule polmonari. Le fibre che si sono depositate nelle parti più profonde del polmone possono rimanere nei polmoni per diversi anni, anche per tutta la vita. La presenza di queste fibre estranee all’interno dei polmoni può comportare l’insorgenza di malattie come l’asbestosi, il mesotelioma ed il tumore dei polmoni. Il mesotelioma è un tipo di tumore che si sviluppa a carico della membrana che riveste i polmoni (pleura) e gli altri organi interni. La sua casistica è fortemente relazionata alla presenza di asbesto aerodisperso e la sua comparsa si manifesta dopo 15-30 anni. Come il mesotelioma, anche il cancro polmonare compare solitamente a molti anni di distanza dall’inizio dell’esposizione e può insorgere anche per esposizione a bassi livelli di asbesto. L’effetto cancerogeno dell’amianto viene amplificato nei fumatori o più in generale in chi è esposto ad altri agenti inquinanti (es. gas di scarico, fumi industriali). Anche se in forma minore sono state riscontrate patologie del tratto intestinale e per la laringe connesse all’esposizione all’amianto. Fonte: Ministero della Salute

image_printStampa PDF