Marittimi, al via il sondaggio della World Maritime University per rilevare problemi di sicurezza correlati al COVID-19


La World Maritime University sta conducendo uno studio per l’Agenzia europea per la sicurezza marittima (EMSA) per rilevare potenziali problemi di sicurezza correlati al COVID-19 e ai rischi emergenti che contribuiscono al moltiplicarsi di incidenti marittimi. Lo studio, esaminato e approvato dal Comitato etico di ricerca della World Maritime University, mira a fornire informazioni e cifre sul potenziale impatto di COVID-19 sulla sicurezza della navigazione, sul benessere dei marittimi e sulle operazioni delle navi.

https://wmuhq.questionpro.eu/a/TakeSurvey?tt=YAVC7WdXY%2Bo29yw%2BSrcjJw%3D%3D

Per ulteriori info:
Dr. Anish Hebbar
Assistant Professor (Maritime Safety)
Project Manager
E-mail: ah@wmu.se

La World Maritime University, con sede a Malmo in Svezia, è un’eccellenza fondata nel 1983 dall’Organizzazione marittima internazionale (IMO) e dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite; frequentata da 5807 studenti da 170 Paesi, svolge un ruolo significativo nell’educazione marittima e oceanica, nella ricerca, nel rafforzamento delle capacità e nello sviluppo economico, promuovendo al contempo il ruolo delle donne nei settori marittimo e oceanico.

image_printStampa PDF