Maersk e Hapag-Lloyd, da febbraio 2025 al via la Gemini Cooperation


Hapag-Lloyd AG (Hapag-Lloyd) e Maersk A/S, entità di A.P. Moller – Maersk (Maersk), hanno firmato un accordo per una nuova collaborazione operativa a lungo termine denominata “Gemini Cooperazione”, che inizierà nel febbraio 2025 L’ambizione è quella di fornire una rete oceanica flessibile e interconnessa con un’affidabilità leader del settore.

“La collaborazione con Maersk ci aiuterà a migliorare ulteriormente la qualità che forniamo ai nostri clienti. Inoltre, beneficeremo di una maggiore efficienza nelle nostre operazioni e di sforzi congiunti per accelerare ulteriormente la decarbonizzazione del nostro settore”, ha dichiarato Rolf Habben Jansen, CEO di Hapag-Lloyd. La nuova cooperazione tra Hapag-Lloyd e Maersk comprenderà una flotta di circa 290 navi con una capacità combinata di 3,4 milioni di container (TEU); Maersk schiererà il 60% e Hapag-Lloyd il 40%.

“Siamo lieti di avviare questa cooperazione con Hapag-Lloyd, il partner oceanico ideale nel nostro viaggio strategico. Entrando in questa cooperazione, offriremo ai nostri clienti una rete oceanica flessibile che innalzerà il livello di affidabilità nel settore. Ciò rafforzerà la nostra offerta logistica integrata e soddisferà le esigenze dei nostri clienti”, ha dichiarato Vincent Clerc, CEO di Maersk.

Nell’ambito dell’accordo, le due società hanno fissato l’ambizioso obiettivo di garantire un’affidabilità degli orari superiore al 90% una volta che la rete sarà completamente operativa. Oltre a una migliore qualità del servizio, i clienti beneficeranno anche di tempi di transito migliorati in molti porti importanti. corridoi-to-port e accesso ad alcuni degli hub oceanici meglio collegati al mondo.

Entrambe le società sono impegnate nella decarbonizzazione delle loro flotte e hanno fissato gli obiettivi di decarbonizzazione più ambiziosi del settore con Maersk che punta all’azzeramento delle emissioni nette nel 2040 e Hapag-Lloyd nel 2045.

Come conseguenza dell’adesione a questa cooperazione, Hapag-Lloyd lascerà THE Alliance alla fine di gennaio 2025. Nel gennaio 2023, Maersk e MSC hanno annunciato che l’alleanza 2M terminerà nel gennaio 2025; nel corso del 2024, Maersk e Hapag-Lloyd pianificheranno attentamente la transizione dalle attuali alleanze alla nuova cooperazione operativa. Allo stesso tempo, il servizio ai clienti proseguirà secondo gli accordi esistenti.

FOCUS – LA GEMINI COOPERATION

La “Cooperazione Gemini” sarà una cooperazione operativa a lungo termine che inizierà nel febbraio 2025. Entrambe le società forniranno team operativi dedicati per gestire la cooperazione. Sia Hapag-Lloyd che Maersk possono adattare in modo flessibile le loro operazioni al di fuori della rete per adattare la capacità in linea con le esigenze dei loro clienti. Come parte dell’accordo, le due società hanno fissato l’ambizioso obiettivo di fornire una volta un’affidabilità della pianificazione superiore al 90% la rete è pienamente operativa. Questo obiettivo è supportato da un forte modello di governance e da obblighi contrattuali

La “Cooperazione Gemini” sfrutterà le reti globali e la presenza dei terminali senza precedenti combinate di Hapag-Lloyd e Maersk, nonché la vasta esperienza logistica dei nostri team. La cooperazione comprende circa 290 navi con una capacità complessiva di 3,4 milioni di container (TEU); Maersk schiererà il 60% e Hapag-Lloyd il 40%. La cooperazione coprirà 7 traffici: Asia/Costa occidentale degli Stati Uniti, Asia/Costa orientale degli Stati Uniti, Asia/Medio Oriente, Asia/Mediterraneo, Asia/Nord Europa, Medio Oriente – India/Europa e transatlantico.

La “Cooperazione Gemini” comprenderà 26 servizi principali. I principali servizi marittimi saranno integrati da una rete globale di navette dedicate incentrate su hub di trasbordo di proprietà e/o controllati – di cui 14 servizi navetta in Europa, 4 in Medio Oriente, 13 in Asia e 1 nel Golfo del Messico. Questi servizi navetta offriranno un collegamento veloce con capacità flessibile tra hub e porti serviti da servizi navetta, e viceversa.

image_printStampa PDF