Meyer Group, NEPTUN WERFT e Smulders iniziano la costruzione di piattaforme di conversione offshore nel sito di Warnemünde


Il gruppo MEYER, di cui fa parte anche la NEPTUN WERFT di Warnemünde, sta iniziando a costruire piattaforme di conversione offshore nel sito di Warnemünde insieme alla società belga Smulders. Le società fonderanno la NEPTUN SMULDERS Engineering, che si occuperà dello sviluppo e della costruzione di piattaforme di conversione con due gigawatt di potenza. Nella prima fase, la nuova azienda creerà fino a 100 posti di lavoro nel Meclemburgo-Pomerania Anteriore. La joint venture pianificata è attualmente soggetta all’approvazione delle autorità garanti della concorrenza e dovrebbe iniziare le operazioni nel primo trimestre del 2024.

Sia NEPTUN WERFT che Smulders si occuperanno quindi della costruzione delle piattaforme: secondo la pianificazione attuale, nello stabilimento di Warnemünde verranno costruiti i cosiddetti topside, ovvero la parte superiore della piattaforma con tutti i componenti elettrici, mentre a Smulders, in Germania, verranno realizzati i cosiddetti Jackets, ovvero la sottostruttura in acciaio Vlissingen, nei Paesi Bassi.

La collaborazione tra NEPTUN WERFT e Smulders consentirà di dare un contributo significativo all’approvvigionamento di energia verde in Germania e in Europa nel Meclemburgo-Pomerania Occidentale. Allo stesso tempo, la costruzione di questa infrastruttura critica in Germania creerà l’indipendenza nel settore energetico. Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di espansione del governo federale per l’energia eolica offshore, è necessario un salto di dimensioni e tecnologia per le piattaforme di conversione: a 2 GW di potenza e alla tecnologia di trasmissione di corrente continua ad alta tensione (HVDC).

“Qui combiniamo in modo unico la competenza del Gruppo MEYER nella costruzione navale con l’esperienza offshore di Smulders. Insieme stiamo creando le capacità necessarie per poter produrre le piattaforme di conversione necessarie per la transizione energetica in Germania. Oltre al potente team di NEPTUN WERFT, inizialmente si cercano fino a 100 membri aggiuntivi del team per progettare le piattaforme: “Sappiamo che ci sono molti ingegneri e designer appassionati nel Meclemburgo-Pomerania Occidentale. Insieme a loro e a molti altri esperti vogliamo aprire questa nuova area di business. Le applicazioni sono ora possibili”, ha dichiarato Jan Meyer.

Anche le aree di produzione della NEPTUN WERFT verranno adattate alla nuova area commerciale. A tal fine, l’azienda ha concluso un contratto di acquisto per l’acquisizione dell’ex sito del produttore di motori Caterpillar, che è direttamente adiacente al sito NEPTUN WERFT. Secondo lo stato attuale, l’acquisto dovrebbe essere completato entro la fine di novembre. Inoltre, per costruire le piattaforme in futuro verrà utilizzata parte del vicino arsenale navale. “Continueremo a investire nella sede di Warnemünde e ad adattare le strutture del cantiere navale ai requisiti della costruzione di piattaforme di conversione, ad esempio le strutture della banchina e le capacità delle gru”, ha continuato Jan Meyer.

Raf Iemants, Amministratore Delegato di Smulders, ha aggiunto: “La giornata di oggi segna l’inizio di una partnership trasformativa nel settore eolico offshore. Uniti da una visione condivisa e guidati dall’urgente necessità di combattere il cambiamento climatico, la nostra collaborazione è stata accelerata dalla convinzione che Insieme possiamo avere un impatto significativo sul futuro dell’energia pulita. I nostri obiettivi aziendali si allineano perfettamente, guidati dal nostro impegno per la sostenibilità e l’innovazione e dalla nostra missione condivisa di sfruttare la potenza del vento. Ci impegniamo per un offshore resiliente ed efficiente ” Creare una rete che non solo alimenterà le case e le industrie, ma realizzerà anche il sogno di un futuro più pulito e più verde”.

NEPTUN è il marchio tradizionale per la costruzione navale innovativa e affidabile nel Meclemburgo-Pomerania Occidentale. “Siamo quindi molto felici e orgogliosi che NEPTUN WERFT, insieme a Smulders, stia ora iniziando un altro capitolo nella storia della costruzione navale di MV”, ha sottolineato Bernard Meyer. “In futuro vogliamo andare ancora oltre e, ad esempio, convertire l’energia in eccesso dei parchi eolici in idrogeno o altri combustibili elettronici. Ciò significa che l’industria terrestre e il trasporto marittimo possono essere riforniti con fonti energetiche a impatto climatico zero. Il Gruppo MEYER può anche sviluppare e costruire le navi cisterna necessarie insieme ai suoi partner”, ha concluso Malte Poelmann, Chief Technology Officer del Gruppo MEYER.

image_printStampa PDF