MIT, al nuovo “Tavolo tecnico sulla sicurezza del lavoro in ambito portuale” convocati Assiterminal, Fise Uniport, Assologistica, Assoporti, Ancip e sindacati


Assiterminal, Fise Uniport, Assologistica, Assoporti, Ancip, le segreterie delle OOSS nazionali FILT CGIL, FIT CISL e UILTRASPORTI hanno preso parte ieri, alla convocazione della dott.ssa Patrizia Scarchilli neo direttore generale del MIT, che sancisce l’avvio dei lavori del “Tavolo tecnico sulla sicurezza del lavoro in ambito portuale”, istituito nel marzo scorso dal Viceministro Onorevole Rixi.

Sono stati ripresi argomenti, già oggetto di passata trattazione e/o segnalazione ad iniziativa delle parti sociali, quali: procedere all’armonizzazione del Dlgs 272/99 con le disposizioni del Dlgs n. 81/08 e smi; dare corso alla attuazione del DM istitutivo del “Fondo per il prepensionamento dei lavoratori portuali”; individuare ed inserire con apposita norma alcuni profili di lavoro portuale tra le categorie di lavoro “usurante/gravoso”; adozione di iniziative e misure INAIL a livello nazionale in tema di prevenzione degli eventi infortunistici e per lo sviluppo della cultura della sicurezza sul lavoro portuale.

Nell’occasione si è preso buona nota della pubblicazione sulla G.U. del 19.9.23 del decreto interministeriale che disciplina termini e modalità per la richiesta dei contributi di cui all’art. 1L. 197/2022, che ha istituito il c.d. “Fondo per l’incentivazione alla qualificazione del lavoro portuale”, a valere per gli anni dal 2023 al 2026.

image_printStampa PDF