“Comandante”, presentata a Venezia la storia vera del capitano che nel 1940 affondò un sommergibile ma salvò i 26 membri dell’equipaggio


“Il mare ha le sue regole. E gli eroi le rispettano”. Questo è il “Comandante”, una storia vera che ne racchiude molte altre, uomini che vanno contro ogni loro convenienza, per quelle stesse leggi del mare. Ed è proprio il mare, una natura indomita che però non fa sconti, il vero protagonista di questa storia. L’80esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia alza il sipario con il messaggio forte di Edoardo De Angelis sulla “legge del mare”, un’opera cruda, non scontata, più complessa di quanto possa sembrare. Realizzato con la collaborazione della Marina Militare, il film racconta la storia di Salvatore Todaro che, al comando del sommergibile Cappellini della Regia Marina, nell’ottobre del 1940, mentre naviga in Atlantico, nel buio della notte scorge la sagoma di un mercantile che viaggia a luci spente, il Kabalo, che apre improvvisamente il fuoco contro il sommergibile e l’equipaggio italiano. Dopo una violenta battaglia, Todaro affonda il mercantile a colpi di cannone.

E qui il Comandante prende una decisione destinata a fare la storia: salvare i 26 naufraghi belgi condannati ad affogare in mezzo all’oceano per sbarcarli nel porto neutrale di Santa Maria delle Azzorre, accettando il rischio di navigare in emersione fino a destinazione: perché la legge del mare per lui conta di più della legge della guerra. “Un uomo che scopre le sue debolezze solo nelle lunghe lettere che scrive alla moglie e che poi chissà se invierà, un diario delle sue emozioni in cui il comandante è solo Salvatore, luci e ombre, dubbi e rivelazioni. Le due facce della stessa medaglia di un uomo divenuto leggenda”.

Data di uscita: 01/11/2023
Cast: Pierfrancesco Favino, Silvia D’Amico, Massimiliano Rossi, Lucas Tavernier, Mario Russo, Pietro Angelini, Giuseppe Brunetti, Giustiniano Alpi, Johannes Wirix, Giuseppe Lo Piccolo, Paolo Bonacelli, Johan Heldenbergh
Regista: Edoardo De Angelis
Sceneggiatori: Edoardo De Angelis, Sandro Veronesi
Durata: 155 minuti

image_printStampa PDF